Diretto da Pierluigi Montalbano

Ogni giorno un nuovo articolo divulgativo, a fondo pagina i 10 più visitati e la liberatoria per testi e immagini.

Directed by Pierluigi Montalbano
Every day a new article at the bottom of the 10 most visited and disclaimer for text and graphics.
History Archaeology Art Literature Events

Storia Archeologia Arte Letteratura Eventi

Associazione Culturale Honebu

Translate - Traduzione - Select Language

venerdì 17 maggio 2024

Anima di Sardegna: Grazia Deledda, Il volto nascosto di un Nobel. Articolo di Pierfrancesco Lostia

 Anima di Sardegna: Grazia Deledda, Il volto nascosto di un Nobel

Articolo di Pierfrancesco Lostia

 



                                                           La casa museo  Grazia  Deledda

Arrivo qui quasi ogni giorno, alle prime luci dell’alba. Mi godo il silenzio e lo spettacolo degli affreschi che adornano questa sala. Paesaggi, volti, storie e vite indimenticabili. Velati di tristezza forse, ma magnifici come pochi altri. Per quanto me lo aspetti, tutte le volte mi commuovo fin quasi alle lacrime, dinanzi a tanta bellezza. E come ogni volta, ormai da anni, la serenità delle mie contemplazioni solitarie si interrompe bruscamente.

Il vociare sgarbato di un capannello di gente distrugge la quiete di questo luogo senza tempo. Arrivano con passi pesanti, invadendo la sala senza rispetto. Eccoli qui ancora una volta, saccenti e impettiti. Si soffermano a gruppi di due o tre dinanzi a ognuno dei dipinti che io amo incondizionatamente. Gesticolano e

martedì 14 maggio 2024

Come veleggiavano le navi sarde di epoca nuragica? Una ipotesi relativa alle capacità di sfruttare il vento in modo non tradizionale da parte delle antiche popolazioni sarde. Articolo di Claudio Fantini

Come veleggiavano le navi sarde di epoca nuragica? Una ipotesi relativa alle capacità di sfruttare il vento in modo non tradizionale da parte delle antiche popolazioni sarde

Articolo di Claudio Fantini 

 


Scorrendo numerose pubblicazioni in materia di navicelle nuragiche ho avuto modo di osservare varie ipotesi circa l’attrezzatura velica di cui fossero dotate le navi, i cui modelli furono riprodotti in bronzo da esperte mani di artigiani sardi.

Molte  ipotesi e proposte di velatura sono state sviluppate in tempi moderni, alcune anche montate su imbarcazioni attuali, ma tutte le proposte a mio avviso mal si addicono agli scafi dei modellini presenti nei musei.

Anche le proposte grafiche non tengono conto degli spazi e delle superfici necessarie al dispiegamento

mercoledì 8 maggio 2024

Un albero sradicato, Alagon de Sena, una famiglia in trappola. Articolo di Pierfrancesco Lostia

Un albero sradicato, Alagon de Sena, una famiglia in trappola. 

Articolo di Pierfrancesco Lostia



Che cosa unisce l’assassinio di Galeazzo Maria Sforza duca di Milano, la scoperta dell’America, le sommosse sardo-catalane, la comparsa del sequestro di persona e la fine dei marchesi d’Oristano?

Fatti, quelli che abbiamo elencato, senza alcuna connessione apparente. 

Di seguito vedremo, in breve, la tragedia toccata alla famiglia dello scopritore d’America. 

Una ricucitura di fatti quella che segue, che risente del punto di vista di chi scrive, ma basata su una tesi solida, della storica aragonese Marisa Azuara, secondo cui Cristobal Colón è il sardo senese Giovanni de Sena Piccolomini, secondo e

martedì 30 aprile 2024

Per il rilancio del greco antico una ricerca è in corso. Articolo di Felice di Maro

Per il rilancio del greco antico una ricerca è in corso.

Articolo di Felice di Maro 



Le gare di traduzione dal greco antico su testi noti di autori greci, realizzate nei licei classici con premi in denaro, non rilanciano la cultura classica nel nostro Paese. Sono presentati i lineamenti di una ricerca in corso sulle prospettive della didattica del greco antico.

Il liceo classico, che potrebbe, mediante il rilancio della cultura classica, essere una leva per alzare il livello culturale del Paese, non solo non ha un’adeguata promozione, con un calo ogni anno delle iscrizioni, ma viene di fatto ridimensionato e messo in concorrenza con la

lunedì 15 aprile 2024

Geolier all’Università di Napoli a Scampia Articolo di Felice di Maro

Geolier all’Università di Napoli a Scampia

Articolo di Felice di Maro

Un rapper che incontra i ragazzi diventa un evento molto osteggiato perché svolto nella sede di Scampia dell’Università Federico II di Napoli. Geolier è solo un fenomeno socio-musicale? È qualcosa di diverso che va analizzato, non solo perché quest’evento è stato inondato da una pioggia di critiche.



Martedì 26 marzo alle ore 16 Emanuele Palumbo, in arte Geolier, ha incontrato i giovani di Scampia nella sede dell’università Federico II di Napoli di Scampia, che è stata inaugurata il 17 ottobre del 2022. Ha risposto  alle domande dei ragazzi ed è stato presentato da Pier Luigi Razzano del laboratorio radiofonico dell'università, F2 Radio Lab.

Geolier è un rapper: termine che deriva da rap, acronimo inglese di “rhythm and poetry”, che è stato inventato dal

lunedì 8 aprile 2024

Vespucci autore del Planisfero di Pesaro? Articolo di Rolando Berretta

Amerigo Vespucci autore del Planisfero di Pesaro?

Articolo di Rolando Berretta

 


Bei tempi quando, con il mio schema RoBer, potevo inquadrare Battista Agnese. Potevo fare il giro di tutta la Terra. Carta dopo carta: era una passeggiata. (Vedere ultima parte dell’articolo)

(Piccolo ripasso veloce). Lo schema Rober è uno schema da 34 unità, con primario da 26 unità e un secondario da 13.  Ogni unità, per me vale 4,5° mentre per i vecchi cartografi varrebbe 5°. Diciamo che il giro di Compasso da 26 unità è il più usato. La mitica Carta Cantino usa due giri di Compasso da 24 unità mentre la GeoCarta di Giovanni Vespucci usa un giro di Compasso da 34 unità.   Di Toscanelli e Marino di Tiro ne ho parlato, troppo, nei miei vecchi articoli.

Datosi che il 2024 vede Pesaro come Capitale Italiana della Cultura una visitina al Planisfero di

venerdì 5 aprile 2024

Il greco antico può essere studiato come approfondimento dei testi degli autori greci. "In scena, ma con azioni descritte con i verbi del greco antico". Articolo di Felice di Maro

Il greco antico può essere studiato come approfondimento dei testi degli autori greci.

"In scena, ma con azioni descritte con i verbi del greco antico"

Articolo di Felice di Maro 

Il rilancio della cultura classica è necessario per alzare i livelli generali della cultura italiana, ma la fruizione dei vari intrecci tra la storia, l’archeologia, la letteratura greca con epigrafia, papirologia e filosofia in modo attivo non può avvenire senza la conoscenza del greco antico. 

Il greco antico è una lingua non parlata ma attiva in quanto è uno strumento d’analisi e di approfondimento dei testi degli autori greci nonché delle epigrafi e dei papiri. Grammatica, sintassi e lessico, debbono però essere maggiormente disponibili e oltre gli

lunedì 1 aprile 2024

Scoperti a Cagliari i resti di un insediamento neolitico. Articolo di Pierluigi Montalbano.

Scoperti a Cagliari i resti di un insediamento neolitico.

Articolo di Pierluigi Montalbano 



I lavori sotterranei di collegamento tra l'orto dei Cappuccini in Viale Merello e l'orto botanico in Viale Fra Ignazio hanno portato alla luce una colombaia e resti archeologici del Neolitico antico. La scoperta era prevedibile visto che reperti e tracce di insediamenti erano già stati trovati in precedenza nell’area. Il materiale risale a circa quattromila anni prima di Cristo. La scoperta è recente ma gli accertamenti avviati dagli archeologi della Soprintendenza di Cagliari sono poi stati interrotti a causa di una grave perdita d'acqua proveniente dalla galleria di piazza d'Armi che ha bloccato anche i lavori di

mercoledì 27 marzo 2024

I guerrieri di terracotta cinesi di XI'AN

I guerrieri di terracotta cinesi di XI'AN


L’Esercito di terracotta di Xi'An è una schiera di guerrieri che fa parte del complesso tombale antico più grande del mondo: il mausoleo di Qin Shi Huang, il leggendario primo Imperatore della Cina, colui che ordinò la costruzione della Grande Muraglia Cinese. Fu scoperto nel marzo del 1974 da Yang Zhifa, un contadino locale che mentre scavava un pozzo ai piedi del monte Li, nella contea di Lintong, notò una delle teste dei guerrieri di terracotta e informò subito le autorità
locali. Furono avviate imponenti campagne di scavo e nel 1987 il sito fu inserito nella prestigiosa lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Questo ritrovamento è solo una delle parti del grande mausoleo funebre poiché una grande porzione di questo tesoro, compreso il tumulo dove riposerebbe l’imperatore, non è ancora stata scoperta. Gli scavi sono in corso e a fine 2019, sono stati portati alla luce altri 200 guerrieri. Al momento si conoscono circa 8000 soldati, 18 carri di legno e 100 cavalli: una riproposizione del leggendario esercito con il quale l’imperatore Qin Shi Huang unificò la Cina nel

martedì 26 marzo 2024

Un trofeo chiamato America, Italia e Spagna, un duello durato 200 anni Articolo di Pierfrancesco Lostia

 Un trofeo chiamato America, Italia e Spagna, un duello durato 200 anni

Articolo di Pierfrancesco Lostia

 

                                                 Giovanni  II  d'Aragona

«L’Italia? È soltanto una espressione geografica».

La frase, pronunciata dal cancelliere austriaco Metternich nel 19° secolo, riassume bene l’esito dello scontro fra gli Stati medioevali nostrani, divisi e rivali da una parte, il regno d’Aragona poi Spagna dall’altra. Tutto per decidere chi dovesse essere la guida d’Europa negli anni successivi al 1479. L’Italia divenne leader culturale indiscussa del continente. La Spagna affermò il proprio primato militare e politico, divenendo padrona di Parte del nostro stivale.

Un duello aspro quello fra le due penisole mediterranee. Durò pressappoco 200 anni e fu caratterizzato da colpi di mano, continui voltafaccia, strani eventi dal sapore vagamente occulto che esamineremo altrove. “La crociata universale”, questo il motivo dello scontro. La posta in gioco, un nuovo mondo a disposizione.

Altrove ci si è occupati della possibile identità di Cristoforo Colombo. In altra sede occorrerà narrare la