Diretto da Pierluigi Montalbano

Ogni giorno un nuovo articolo divulgativo, a fondo pagina i 10 più visitati e la liberatoria per testi e immagini.

Directed by Pierluigi Montalbano
Every day a new article at the bottom of the 10 most visited and disclaimer for text and graphics.
History Archaeology Art Literature Events

Storia Archeologia Arte Letteratura Eventi

Associazione Culturale Honebu

Translate - Traduzione - Select Language

venerdì 5 giugno 2020

Conferenze di archeologia della Sardegna. Intervengono Giovanna Tanda e Riccardo Cicilloni.

Conferenze di archeologia della Sardegna.
In diretta Facebook, parliamo con Giovanna Tanda, responsabile dei siti Nuraghe Palmavera e della Necropoli Anghelo Ruju di Alghero, e con l'archeologo e docente di preistoria Riccardo Cicilloni che racconterà i suoi ultimi scavi a Nuxis e Gonnostramatza.


L'Associazione Honebu è lieta di invitarvi a 5 serate dedicate alla Sardegna antica.
Gli appuntamenti sono programmati per 5 venerdì consecutivi, alle ore 19, in diretta Facebook.
Parteciperanno dieci studiosi, due per ogni serata:
Angela Antona, Riccardo Cicilloni, Nicola Dessì, Michele Guirguis, Augusto Mulas, Giacomo Paglietti, Giovanna Tanda, Carlo Tronchetti, Emina Usai, e Raimondo Zucca.

Programma degli eventi:

Venerdì 5 Giugno, ore 19,
Giovanna Tanda e Riccardo Cicilloni.

Venerdì 12 Giugno, ore 19
Nicola Dessi e Angela Antona.

Venerdì 19 Giugno, ore 19
Momo Zucca e Giacomo Paglietti.

Venerdì 26 Giugno, ore 19
Carlo Tronchetti e Emina Usai

Venerdì 3 Luglio, ore 19
Augusto Mulas e Michele Guirguis.


Il nucleo degli interventi sarà la divulgazione.
Ogni archeologo parlerà dei siti nei quali ha scavato.

Altri argomenti di discussione riguarderanno:
- la promozione dei siti archeologici (intesa come tutela e valorizzazione);
- gli elementi di continuità fra età del Rame, del Bronzo e del Ferro;
- la Civiltà Nuragica (dalle origini alla romanizzazione);
- le architetture dei vivi e dei morti;
- i musei (dallo scavo alla musealizzazione);
- i rapporti fra i sardi e i popoli d’oltremare nelle varie epoche;
- i culti e i rituali.

Tutta la rassegna sarà fruibile liberamente collegandosi al profilo facebook di Pierluigi Montalbano, con inizio puntuale ogni Venerdì alle ore 19.

L'appuntamento di questa settimana sarà con l'archeologo Riccardo Cicilloni che racconterà i suoi ultimi scavi a Nuxis e Gonnostramatza, e con Giovanna Tanda, responsabile dei siti Nuraghe Palmavera e Necropoli Anghelo Ruju.

Buona Visione.

mercoledì 3 giugno 2020

Linguistica. L’articolo Latino che ufficialmente non esiste, ma che c’è ed è quello sardo. Riflessioni di Bartolomeo Porcheddu


Linguistica. L’articolo Latino che ufficialmente non esiste, ma che c’è ed è quello sardo.
Riflessioni di Bartolomeo Porcheddu


Se dovessimo consultare un qualsiasi manuale di grammatica latina e andassimo a cercare il capitolo dedicato all’articolo latino, rimarremmo delusi, poiché nell’indice dei libri adottati dalle scuole italiane, nella parte che riguarda la morfologia, non c’è l’articolo e si passa direttamente al nome. Quindi ci viene spontaneo chiedere: che fine ha fatto l’articolo latino?
Nel mio libro “Il latino è lingua dei Sardi” dedico all’articolo latino ben sette pagine, poiché l’articolo in latino esiste, eccome, ma è stato occultato. Come? Lo vedremo tra poco.
I grammatici latini moderni hanno sempre negato l’esistenza dell’articolo latino. Questa loro posizione è dovuta principalmente al fatto che nella lingua latina, strutturata nei morfemi nominali con i “casi”, l’articolo molto spesso non è essenziale al fine della costruzione e comprensione della

domenica 31 maggio 2020

Archeologia. Dalla Luna alla Dea Madre, l'altare rupestre di Santo Stefano a Oschiri. Articolo di Antonio D’Agostino


Archeologia. Dalla Luna alla Dea Madre, l'altare rupestre di Santo Stefano a Oschiri.
Articolo di Antonio D’Agostino

Il Patrimonio archeologico sardo ha, nella sua originalità, modelli architettonici che si propongono a noi con la loro complessità ed enigmi propri, a prescindere dal periodo storico o preistorico che lo determinano. Quando approfondisco una serie di documentazioni, o esamino il mio lavoro davanti ad uno scavo archeologico, applico costantemente la mia regola delle 4 R:
Rispetto, Ricerca, Recupero, Riflessione.
Ritengo, infatti, che l’approccio debba essere guidato, prima di tutto, da una posizione di Rispetto, inteso come cautela verso una serie di elementi che attirano l’attenzione, e ogni considerazione deve tenere in conto una certa sensibilità e logica professionale. La curiosità è quella che stimola e spinge

Archeologia della Sardegna. La Sardegna e la Navigazione nella Preistoria. Videoconferenza di Pierluigi Montalbano

Archeologia della Sardegna. La Sardegna e la Navigazione nella Preistoria
Videoconferenza di Pierluigi Montalbano


Video in diretta registrato nella sala conferenze Honebu il 29 Maggio 2020
Per vedere il video caricato su You Tube cliccare nell'immagine sotto.
Per essere sempre aggiornati  iscrivetevi al mio canale you tube, è gratuito.





Per vedere la registrazione sul canale Facebook cliccare quì

La storia della navigazione antica è legata al trasporto di uomini e materiali attraverso corsi fluviali, laghi e piccolo cabotaggio sotto costa. Le prime esplorazioni avvennero con l’utilizzo di grossi tronchi di quercia svuotati dello spazio utile agli individui per remare. Più tardi

giovedì 28 maggio 2020

Archeologia della Sardegna. Giganti di Mont'e Prama Videoconferenza di Pierluigi Montalbano

Archeologia della Sardegna. Giganti di Mont'e Prama
Videoconferenza di Pierluigi Montalbano

Giganti di Mont'e Prama.
Video in diretta registrato nella sala conferenze Honebu il 22 Maggio 2020
Per vedere il video caricato su You Tube cliccare nell'immagine sotto.
Per essere sempre aggiornati  iscrivetevi al mio canale you tube, è gratuito.



Per vedere la Videoconferenza sul canale Facebook  cliccare  qui



Altre videoconferenze registrate nella sala Honebu:

domenica 24 maggio 2020

Archeologia della Sardegna. Da Lascaux alla civiltà Nuragica Articolo di Antonio d’Agostino

Archeologia della Sardegna. Da Lascaux alla civiltà Nuragica 
Articolo di Antonio d’Agostino

Qualche tempo fa durante una visita a scopo culturale legata al mio lavoro d’archeologo ho avuto l’occasione di visitare la caratteristica Grotta di Lascaux, una caverna frequentata nel paleolitico, molto conosciuta a livello mondiale. Le caratteristiche di questa grotta fanno sì che sia considerata la cappella Sistina del Paleolitico. La visione di questo gioiello ha lasciato in me un ricordo indelebile. Ritengo di essere stato un privilegiato perché ho potuto osservare con i miei occhi la bellezza di questo modello d’arte parietale. Oggi per questioni di conservazione del monumento, le visite sono limitate ai professionisti, anche perché esistono due copie conformi realizzate per permettere ai turisti di contemplare questo capolavoro in tutto il suo splendore, anche se, ammirare l’originale è ben altra

mercoledì 20 maggio 2020

Archeologia. L’Arciere di Teti. Articolo di Antonio D’Agostino


Archeologia. L’Arciere di Teti
Articolo di Antonio D’Agostino

Sono un’archeologo sardo che lavora  a  INRAP (Istituto nazionale di ricerca archeologica preventive) per lo Stato Francese, da oltre 27 anni. risiedo in Francia.
Nonostante la mia esperienza lavorativa realizzata in questo arco di tempo, sia sul territorio nazionale francese sia nei dipartimenti d’oltremare, non sono per questo meno indifferente e curioso rispetto alla realtà archeologica della Sardegna, che seguo, purtroppo, a distanza in modo nostalgico ma forse

lunedì 18 maggio 2020

Archeologia e linguistica. La Stele di Nora, il più antico documento del Mediterraneo. Articolo di Salvatore Dedola


Archeologia e linguistica. La Stele di Nora, il più antico documento del Mediterraneo.

Articolo di Salvatore Dedola

 

Abusando degli strumenti dialettici, sono in troppi ad utilizzare l’ossimoro “silenzio fragoroso” nonché il suo contrario “fragore muto”. Perdonate se proseguo nell’abuso del luogo comune, ma su questa Stele si è sempre prodotto un “fragore muto”, nel senso che si è strimpellato così tanto, da indurre nei vari intellettuali, ancora disposti a comprendere, soltanto sordità e mutezza.
Per essere chiari, in Sardegna ci troviamo nel medesimo fracasso festivo evocato dalla vecchia canzone napoletana, che narra della “banda di Pignataro che suonava il Parsifallo… in mezzo a tutta quella gente, nel finale travolgente, si fumarono a Zazà… Dove sta Zazà, o Madonna mia, dove sta Zazà senza Isaia…”.
Chiunque è in grado di percepire che sono proprio le grandi baldorie popolari a creare l’atmosfera ideale per i delitti. L’assassinio perfetto è perpetrato durante le rumorose affollatissime mascherate carnevalesche, tipo la Ratantìra cagliaritana. Nel buio incombente, tra la scia d’immondezza lasciata

domenica 17 maggio 2020

Archeologia della Sardegna. I “NoveArchi”, all'ombra dei Nuraghi. Articolo di Gustavo Bernardino


Archeologia della Sardegna. I “NoveArchi”, all'ombra dei Nuraghi
Articolo di Gustavo Bernardino

L'ultimo lavoro di Bartolomeo Porcheddu “ROMA COLONIA SARDA” auto pubblicato, contiene delle assolute “novità” che potrebbero aprire ulteriori nuovi orizzonti alla millenaria storia della nostra terra. Già dal titolo si capisce che la materia trattata è come usare la dinamite in un laboratorio di articoli di cristallo, o come leggere il cartello affisso nei tralicci dell'alta tensione “Chi tocca i fili muore”. Ma Bèrtolu Porcheddu, infischiandosi della pericolosità del tema, entra negli argomenti, li elabora con assoluta padronanza e offre soluzioni innovative e coraggiose. L'autore spadroneggia nell'uso di citazioni di autori classici greci e latini e

venerdì 15 maggio 2020

Archeologia della Sardegna. Bronzetti Nuragici. Videoconferenza di Pierluigi Montalbano

Archeologia della Sardegna. Bronzetti Nuragici
Videoconferenza di Pierluigi Montalbano

Bronzetti nuragici, video in diretta registrato nella sala conferenze Honebu il 15 Maggio 2020
Per vedere il video caricato su You Tube cliccare nell'immagine sotto.


Per vedere il video della conferenza su Facebook cliccare qui.